Linee guida ASAB (Association for the Study of Animal Behaviour)

Molti dei membri delle società federate in FISNA lavorano con soggetti animali sia a scopo scientifico, sia didattico, e ciò include soggetti selvatici nel caso di catture, ricatture, marcature, e apposizione di radiocollari o altre tecniche di “biologging”. Anche la detenzione temporanea necessita di particolari linee guida.

Storicamente la Association for the Study of Animal Behaviour (ASAB) raccorda studiosi britannici, statunitensi e canadesi, e da sempre rappresenta un riferimento esemplare per quanto riguarda la sensibilità nei confronti dei soggetti animali e soprattutto le tecniche e le pratiche di riduzione della sofferenza psicofisica anche con l’obiettivo di migliorare e standardizzare la qualità dei dati sperimentali. Nel comitato etico della sua rivista Animal Behaviour (https://www.asab.org/ethics/)sono stati inclusi due etologi italiani, Claudio Carere (claudiocarere@unitus.it) dell’Università della Tuscia e Augusto Vitale (augusto.vitale@iss.it) dell’Istituto Superiore di Sanità.

Rendiamo disponibile perciò il link

https://royalsociety.org/~/media/journals/ethics/abguidelines2017.pdf?la=en-GB

all’ultima versione delle linee guida dell’ASAB per l’utilizzo e il trattamento degli animali nella sperimentazione e didattica, lasciando alla sensibilità delle singole società federate, o dei singoli giovani membri per quanto riguarda la loro puntuale applicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.